Panel 1

Bentrovati, benritrovati

Esterina, i vent’anni ti minacciano……., Montale, Ossi di seppia

 

Benearrivati in Prato, Fermiani di ogni età

Mancano ormai solo pochi giorni e finalmente potremo salutarvi di persona, noi che abbiamo lavorato per festeggiare il 50esimo compleanno del liceo, e finalmente voi potrete salutare chi trovate, riconoscendolo, compagno della stessa classe, la mitica….

In questi mesi, preparando questo evento, grazie a voi abbiamo scoperto tante cose, notizie di quelle che colorano giornate grigie, o che danno luce al buio delle nostre cronache quotidiane. Non che nel 1969, anno di nascita del Liceo e negli anni seguenti, il panorama fosse meno fosco. “Anni di piombo”, vennero poi chiamati.

Dedicheremo a quegli anni una mostra storico didattica in aula magna, il prossimo ottobre, per chiudere idealmente il 50esimo riconducendo ai valori della nostra Costituzione di cui ci parlò in apertura l’on. Flick al San Gaetano, valori che solo nella nostra storia si possono sostanziare.

E la storia sta a noi.

C’eravate già al Fermi, voi “senior”, ed era la maturità il luogo dei vostri diciannove anni e così negli anni a seguire, con sfondi sociali e politici diversi, comunque anni di democrazia in Italia, ma sempre diciannove anni, per tutti, il tempo del diploma. Sempre il Fermi, il luogo del diploma, non è cambiato molto, da allora, il liceo. Voi, noi piuttosto, siamo cambiati con il volgere della nostra stagione ed ora guardiamo crescere ed avvicinarsi alla maturità i nostri figli, i nipoti. Sempre diciannove anni , al Fermi o altrove.

L’augurio è che la potenza dell’amicizia, la forza evocatrice della nostalgia, il piacere dello stare insieme percorrano il Prato, entrino nel portone di corso Vittorio, salgano su per lo scalone artistico e via via percorrano configliachi, torretta cortili, casa custode, fino ad arrivare ai nostri studenti.

Sia il vento che li accompagna fuori del liceo verso la loro vita, quella che sarà.

Bentrovati, benritrovati. Questa è la vostra festa, cari amici.

 

Alberta Angelini, ds

Panel 3

News

Fermi in Prato: Blade Runner e le emozioni di Roberto Mancin

Blade Runner è un film di fantascienza del 1982, (…) ambientato nel 2019 in una Los Angeles distopica, dove replicanti dalle stesse sembianza dell’uomo vengono abitualmente fabbricati e utilizzati come forza lavoro nelle colonie extra – terrestri. I replicanti che si danno alla fuga o tornano illegalmente sulla Terra vengono cacciati e “ritirati dal servizio”, … Continue reading Fermi in Prato: Blade Runner e le emozioni di Roberto Mancin

Panel 4

Testimonianze

Riceviamo la testimonianza di Franco Caporale “maturo” del 2000 e fondatore del Gruppo Pubblico Facebook (altro…)

Franco Caporale, fondatore del Gruppo Facebook

Era il 1973,appena quattro anni dopo la nascita del Liceo, quando iniziò il mio percorso scolastico al Fermi. Quell’autunno si preannunciava come più cupo rispetto agli anni precedenti. Alla fine dell’estate nel nostro Paese vi era una grande preoccupazione per il diffondersi del colera in alcune città del Sud. A livello internazionale il golpe in Cile del generale Pinochet con l’uccisione di Salvador Allende aveva scosso l’opinione pubblica, soprattutto il movimento giovanile la cui protesta animava il dibattito politico all’interno della scuola. Di lì a poco la guerra del Kippur in Israele, determinando l’embargo dei Paesi produttori di petrolio aderenti all’OPEC , avrebbe portato poi a novembre alle drastiche misure dell’austerità con le domeniche senza auto, la chiusura di cinema e teatri entro le 23 ivi comprese la conclusione delle trasmissioni televisive . Io avevo scelto il liceo scientifico un po’perché ben sette compagni delle medie avevano optato per quella scuola ma anche su consiglio di mio padre che riteneva che il liceo classico fosse troppo impegnativo per me.

(altro…)

Il Fermi tra Futuro e Presente, la testimonianza di Roberto Valente