Fermi e Teatro, un amore lungo 50anni

Il Teatro è un’attività preminente nella vita scolastica dei fermiani, non solo per quelli che vi partecipano in prima persona, ma spesso per l’intera comunità scolastica. Molti, chi più e chi meno direttamente, sono coinvolti nel lungo percorso che termina (quasi contemporaneamente all’anno scolastico) con lo spettacolo finale, di cui a lungo si vocifera.

Non è raro sentir parlare nei corridoi del titolo scelto per l’anno in corso né pare strano udire i ragazzi citare le battute più riuscite della rappresentazione, anche a distanza di mesi: così occorre che parlando de “le campane dell’Apocalisse”, “la maionese” o “sono proprio io, sono Fra Cristoforo” molti coglieranno ben noti riferimenti; ancora, capita sovente ai nostri giovani “attori” di sentirsi salutare durante le ricreazioni o invocare da un professore col nome del personaggio da loro portato in scena.

È questo clima che porta spesso ad identificare un anno scolastico con lo spettacolo inscenato a giugno, è questo nodo stretto con la vita ordinaria degli studenti che ci ha portati a voler dare uno spazio anche all’attività dalla partecipazione più nutrita in tutto il liceo: 50 anni di storia sono stati segnati, seppur non fin dall’inizio, da una lunga e ricca storia di laboratori teatrali. Storie di ragazzi come noi, storie narrate dai grandi della letteratura e rielaborate dagli studenti, storie di guerra, pace, amore, odio, famiglia, amici; dai classici a testi meno conosciuti ma resi immortali agli occhi di chi vi ha partecipato (da ambo i lati del palco).

ALCUNE IMMAGINI DELL’ATTIVITA’ TEATRALE 1993 1994(PER INGRANDIRE CLICCA SULL’IMMAGINE)

EVENTO IN PROGRAMMA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *