Panel 1

Benvenuti

“Benvenuti a tutti coloro che hanno frequentato conosciuto vissuto il liceo scientifico Enrico Fermi di Padova, naturalmente anche a chi lo frequenta, lo conosce lo vive come è adesso e a chi lo vorrà conoscere di più e meglio. Non scriverò molto, ne’ come preside, né come ex genitore né come “abitante” del Fermi, c’è un gruppo di persone che gratuitamente, e da tempo, sta seguendo un filo di memorie che porterà a festeggiare questa tappa, non una ricorrenza, ma un progetto. A loro “la penna”, a tutti voi che vorrete percorrere questo ponte lungo 50 anni grazie e benvenuti.”

Alberta Angelini

Panel 3

News

Rassegna Teatrale, domani l’ultima serata e le premiazioni

Il programma della serata – SKETCH COMICI, “i Francescani”. (Referente: Francesco Ara, ex studente.) SPETTACOLO DEL LABORATORIO TEATRALE del Liceo, presentato fuori concorso. Costituito da un ironico collage delle parti dei migliori spettacoli della scuola degli ultimi 10 anni ASSEGNAZIONE DEI PREMI della Rassegna

Panel 4

Testimonianze

A molti è noto che l’ENIAC (Electronic Numerical Integrator and Computer) fu il primo calcolatore elettronico ‘general purpose’ della storia. Venne infatti acceso il 15 febbraio 1946.

Pochi invece sanno che Enrico Fermi fu uno dei primi ad usarlo per qualche mese anche se una delle sue 18.000 valvole si rompeva in media ogni 2 ore. Quando alla fine dell’anno venne momentaneamente spento il nostro “protettore” rimase senza risorse di calcolo. Non si disperò ma da solo ideò uno strumento, noto come FERMIAC, con una capacità di calcolo paragonabile a quella del mitico ENIAC ma molto più affidabile. Purtroppo il FERMIAC poteva essere usato solo negli studi sul trasporto dei neutroni. Era infatti un computer analogico, una sorta di pallottoliere; serviva solo per velocizzare i calcoli di Fermi. Nulla di digitale quindi perché completamente analogico e non riprogrammabile per altri calcoli ma, in mancanza di meglio, fu utilissimo dato che L’ENIAC venne riacceso solo nel gennaio 1947, ovvero dopo il tempo necessario per smontarlo, trasportarlo e rimontarlo in un’altro luogo. Non era un computer portatile! (altro…)

Roberto Mancin e la preistoria dell’Informatica

“Se si sogna da soli, è un sogno. Se si sogna insieme è la realtà che comincia.” (Proverbio Africano)

 

Ottobre 1990, classe 5° B, ultima di ora del sabato, quella giusta per entrare nel weekend: religione! Poi con il Prof Don Claudio Zuin tutto viene da sé, aria bonaria, sempre disponibile e aperto al dialogo, paziente anche con chi non partecipa e ha la testa da un’altra parte. Infatti quel sabato chi aveva voglia di ascoltare? Io no di sicuro. Pensavo già al mio pomeriggio di relax senza studio. Ma certi giorni ci riservano sorprese che a volte ti cambiano la vita. All’inizio dell’ora entrano degli ospiti, una ex studentessa del Fermi uscita pochi mesi prima dalla sezione A, Alessandra, una che si nota. Insieme a lei Patrizia e Vittorio, due giovani genovesi che ci vengono a raccontare la loro esperienza come volontari della Comunità di Sant’Egidio. (altro…)

Nicoletta Ariani e il suo “Attimo Fuggente”