Panel 1

Benvenuti

“Benvenuti a tutti coloro che hanno frequentato conosciuto vissuto il liceo scientifico Enrico Fermi di Padova, naturalmente anche a chi lo frequenta, lo conosce lo vive come è adesso e a chi lo vorrà conoscere di più e meglio. Non scriverò molto, ne’ come preside, né come ex genitore né come “abitante” del Fermi, c’è un gruppo di persone che gratuitamente, e da tempo, sta seguendo un filo di memorie che porterà a festeggiare questa tappa, non una ricorrenza, ma un progetto. A loro “la penna”, a tutti voi che vorrete percorrere questo ponte lungo 50 anni grazie e benvenuti.”

Alberta Angelini

Panel 3

News

Fermi a Teatro: le rappresentazioni iscritte

Si sono chiuse le iscrizioni alla rassegna teatrale organizzata per il nostro cinquantesimo. Le performances ammesse sono cinque: Circo Volante- “Miele di lacrime amare”, durata 80′ Gruppo dei primini(denominazione da ufficializzare)- “Morte?No grassie”, durata 50′ Gruppo Ara- “Te la do io la rappresentanza”, durata 30′ Francesco Busato, “I°canto dell’Inferno di Dante Alighieri”, durata 10′ Francesca … Continue reading Fermi a Teatro: le rappresentazioni iscritte

Panel 4

Testimonianze

Concluse anche le Open School Unit di robotica di Luca Fantin al terzo anno del liceo scientifico Enrico Fermi Padova (indirizzo Scienze applicate). Luca, 16 anni, da subito si è interessato al progetto europeo Make: Learn: Share: Europe di cui adesso fa parte con il ruolo di ambasciatore digitale. Da quando frequenta la scuola superiore il suo interesse per la robotica è cresciuto notevolmente. Le sue conoscenze informatiche riguardano il coding, la robotica e vari linguaggi di programmazione tra questi Python, CSS, Visual basic, C++, HTML, Java Script e Arduino. (altro…)

Luca Fantin, Ambasciatore Digitale

Giornalista praticante. Autore di Un silenzio italiano (Cleup, 2017), studia alla Scuola di Giornalismo della Luiss a Roma. Ha fondato La Voce che Stecca e l’ha diretta fino al 30 settembre 2017.(info e immagini da lavocechestecca.com)

Non sono stato uno studente modello. Più che una confessione si tratta semplicemente di una constatazione: due volte rimandato, mai voti eccellenti. Insomma, uno che in teoria tra le molte eccellenze del Fermi sarebbe sparito nell’oblio. Così non è stato. Per meriti miei, certo, ma anche grazie a un ambiente stimolante e propenso ad assecondare le passioni degli studenti che rimangono la vera linfa vitale di ogni scuola.

(altro…)

Tito Borsa, giornalista e blogger