Panel 1

Bentrovati, benritrovati

Esterina, i vent’anni ti minacciano……., Montale, Ossi di seppia

 

Benearrivati in Prato, Fermiani di ogni età

Mancano ormai solo pochi giorni e finalmente potremo salutarvi di persona, noi che abbiamo lavorato per festeggiare il 50esimo compleanno del liceo, e finalmente voi potrete salutare chi trovate, riconoscendolo, compagno della stessa classe, la mitica….

In questi mesi, preparando questo evento, grazie a voi abbiamo scoperto tante cose, notizie di quelle che colorano giornate grigie, o che danno luce al buio delle nostre cronache quotidiane. Non che nel 1969, anno di nascita del Liceo e negli anni seguenti, il panorama fosse meno fosco. “Anni di piombo”, vennero poi chiamati.

Dedicheremo a quegli anni una mostra storico didattica in aula magna, il prossimo ottobre, per chiudere idealmente il 50esimo riconducendo ai valori della nostra Costituzione di cui ci parlò in apertura l’on. Flick al San Gaetano, valori che solo nella nostra storia si possono sostanziare.

E la storia sta a noi.

C’eravate già al Fermi, voi “senior”, ed era la maturità il luogo dei vostri diciannove anni e così negli anni a seguire, con sfondi sociali e politici diversi, comunque anni di democrazia in Italia, ma sempre diciannove anni, per tutti, il tempo del diploma. Sempre il Fermi, il luogo del diploma, non è cambiato molto, da allora, il liceo. Voi, noi piuttosto, siamo cambiati con il volgere della nostra stagione ed ora guardiamo crescere ed avvicinarsi alla maturità i nostri figli, i nipoti. Sempre diciannove anni , al Fermi o altrove.

L’augurio è che la potenza dell’amicizia, la forza evocatrice della nostalgia, il piacere dello stare insieme percorrano il Prato, entrino nel portone di corso Vittorio, salgano su per lo scalone artistico e via via percorrano configliachi, torretta cortili, casa custode, fino ad arrivare ai nostri studenti.

Sia il vento che li accompagna fuori del liceo verso la loro vita, quella che sarà.

Bentrovati, benritrovati. Questa è la vostra festa, cari amici.

 

Alberta Angelini, ds

Panel 3

News

Fermi in Prato: Blade Runner e le emozioni di Roberto Mancin

Blade Runner è un film di fantascienza del 1982, (…) ambientato nel 2019 in una Los Angeles distopica, dove replicanti dalle stesse sembianza dell’uomo vengono abitualmente fabbricati e utilizzati come forza lavoro nelle colonie extra – terrestri. I replicanti che si danno alla fuga o tornano illegalmente sulla Terra vengono cacciati e “ritirati dal servizio”, … Continue reading Fermi in Prato: Blade Runner e le emozioni di Roberto Mancin

Panel 4

Testimonianze

Se gironzolate per i corridoi del Liceo Fermi, rischiate di perdervi.

Il Fermi è così. Un numero imprecisato di edifici che cercano di conficcarsi l’uno nell’altro. Un dedalo di corridoi e locali nascosti di cui nemmeno gli studenti del quinto anno sospettano l’esistenza. Rampe di scale interminabili, irrorate dalle gocce di sudore di alunni e insegnanti ugualmente impegnati a raggiungere le aule in cima alla temuta Torretta o alla misteriosa Casa del Custode. Piani ammezzati non classificabili con l’uso dei soli numeri naturali (come il piano 2 e tre quarti, quello col bagno dei maschi, difficile da raggiungere per i semplici babbani). E quando apri una porta pensando di aver ritrovato finalmente il senso dell’orientamento, ecco che sbuchi in palestra 2, interrompendo il provino di ginnastica ritmica delle ragazze (ho scoperto così l’esistenza di quella palestra). (altro…)

INFINITI CORRIDOI, CARI RICORDI: LA TESTIMONIANZA DI GIACOMO DRAGO

Marco Bortolami, che da studente ha conquistato il campionato scolastico provinciale di Rugby e da adulto è diventato il capitano della Nazionale Italiana della stessa disciplina sportiva

Formazione squadra Rugby primi anni ’80

Liam Bertazzo, che da studente ha vinto il titolo nazionale di ginnastica artistica dei giochi sportivi studenteschi e da adulto ha partecipato alle olimpiadi di Rio con il quartetto dell’inseguimento nel ciclismo su pista (altro…)

Fermi e sport, questione di dna